L’errata interpretazione del Giudizio Universale rende schiavi coloro che non sanno scegliere

Il Giudizio Universale è una delle più minacciose idee del modo di pensare della maggior parte delle persone. Ciò, avviene perché non lo capiamo.

Il Giudizio Universale terrorizza non solo perché è stato proiettato su Dio, ma anche a causa dell’associazione con il termine “ultimo”: la morte.

Questo è un esempio lampante di percezione capovolta.

In realtà è una guarigione finale piuttosto che l’assegnazione di una punizione. Quest’ultima è un concetto totalmente opposto in quanto il Giudizio Universale potrebbe essere definito come processo di giusta valutazione.

Se esaminato obiettivamente il significato del Giudizio Universale, è abbastanza evidente che è realmente la porta di accesso alla vita.

Nessuno di coloro che vivono nella paura è realmente vivo

Il tuo personale giudizio universale non può essere diretto verso te stesso, poiché tu non sei una tua creazione.

Puoi tuttavia applicarlo in qualsiasi momento a qualsiasi cosa tu abbia fatto e conservare nella tua memoria solo ciò che è creativo e buono.

Il primo passo verso la libertà implica il fatto di separare il falso dal vero. Questo è un processo di separazione in senso costruttivo e riflette il vero significato dell’Apocalisse.

Ognuno alla fine vedrà le proprie creazioni e sceglierà di conservare solo ciò che è buono, proprio come Dio stesso vide quando aveva creato e seppe che “era cosa molto buona”.

Allo stesso tempo la mente inevitabilmente disapprova le sue “malcreazioni” che, non essendo più credute, non esisteranno più. Significa semplicemente che tutti finalmente arriveranno a capire ciò che ha valore e ciò che non ne ha.

Successivamente, la capacità di scegliere potrà essere guidata razionalmente. Fintanto che questa distinzione non verrà fatta, tuttavia, il vacillare fra una volontà libera e una imprigionata non potrà che continuare.

Alessandro Cosimetti

Vuoi capire come riesco a lavorare nonostante la crisi?

In questo articolo ti spiego le competenze che ho dovuto apprendere per non lamentarmi del Governo, la crisi, gli immigrati e tutte quelle cose che fanno stare le persone senza lavoro (o con un impiego che detestano).

Continua a leggere

2 Responses to L’errata interpretazione del Giudizio Universale rende schiavi coloro che non sanno scegliere

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.