Paleo Dieta: La presentazione del libro di Robb Wolf a Roma

2 Flares Twitter 0 Facebook 2 Google+ 0 LinkedIn 0 2 Flares ×

Ho deciso di pubblicare degli articoli ogni volta che parteciperò a un evento dal vivo. In questo modo, per chi volesse, possiamo incontrarci anche fuori le “mura” di questo blog.

Oggi, un breve post per anticipare il prossimo evento dal vivo a cui parteciperò. L’argomento in questione è l’alimentazione.

Presentazione del libro “Paleo Dieta” di Robb Wolf (allievo di Cordain)

Come sanno i lettori della mia guida sul benessere fisico, da circa un anno seguo la Paleo Diet, una strategia alimentare che trae origini dal nostro antenato paleolitico. In questi mesi ho testato una serie di combinazioni tra cui la Paleo Diet in Zona (troverete i dettagli nella 4^ edizione di I Tre Pilastri Del Benessere Fisico).

Lo stesso Loren Cordain (ideatore della Paleo Diet), introdurrà il dott. Paolo Perrucci, nutrizionista ed esperto della Dieta a Zona (responsabile del noto sito italiano LaZona.it). Oltre a loro, presente anche Claudio Tozzi, fondatore della NBBF (Natural BodyBuilding Federation) e autore del bestseller La scienza del natural bodybuilding.

L’evento si svolgerà il 26 maggio alle 10.30 presso il Palazzo della Provincia di Roma. L’autore del libro che verrà presentato è il biochimico Robb Wolf, amministratore del sito Robb Wolf - Revolutionary solutions to modern life. Il suo libro in italiano è La Paleo Dieta.

2 Flares Twitter 0 Facebook 2 Google+ 0 LinkedIn 0 2 Flares ×

56 Responses to Paleo Dieta: La presentazione del libro di Robb Wolf a Roma

  1. Mi interesso da un po di alimentazione e mi sono imbattuta in diverse diete…Mi sono informata su vegetariani,poi vegani e infine fruttariani..è quest’ultima dieta che potrebbe interessarti..Sola ed esclusiva frutta:al contrario della paleo diet va piu indietro nel tempo,quando l’uomo ancora non era sceso dagli alberi e (secondo chi sostiene questa dieta) si nutriva di sola frutta…Ora non so se sia vero questo,però a quanto pare chi la prova si sente subito meglio,migliora la salute e il benessere…su internet trovi diversi articoli se vuoi saperne di più ! Invece la Paleo Diet include anche la carne vero? frutta verdura e carne ,ma niente cereali e altri prodotti agricoli,mi sembrava di aver capito…

    • Ciao Sara. Si, la Palero Diet prevede l’assunzione di carne (cacciagione). Una dieta a base di frutta è priva di grassi e proteine. Altro aspetto: in fase di definizione, assumo pochissima frutta e tanta verdura. Alla presentazione del libro di Wolf, il Dott. Perrucci ha consigliato come carboidrati solo la verdura, mentre consiglia la frutta solo a coloro che praticano attività fisica a una certa intensità.

      • Questo non è detto,ho letto un articolo interessante che parlava anche di proteine…Non so se sia vero ciò che c’è scritto…quello che mi spinge verso questa dieta è aver letto alcune testimonianze..voglio dire,se una persona vive di sola frutta e non ha carenze o problemi di salute,significa che c’è qualcosa di sbagliato a livello teorico..senza proteine dovrebbe avere problemi..ecco secondo me in questi casi sarebbe interessante studiare alcune di queste persone per vedere se la dieta gli da benefici o no etc,perchè a livello teorico magari si può anche sbagliare,ma osservando direttamente come stanno le cose forse si riesce a capirne di più e verificare cosa è giusto e cosa è sbagliato….L’articolo è questo se hai voglia di leggerlo :) http://fruitanya.blogspot.com/2010/05/il-fruttarismo-la-dieta-naturale.html

  2. Eh questo non lo so… non ho ancora letto nulla riguardo a loro,forse perchè seguendo questa dieta non si dovrebbe diventare diabetici..ma questa è solo una cosa che penso io adesso…Ho letto una testimonianza di un fruttariano che parlava anche di attività fisica..purtroppo anchio non conosco di persona nessuno che pratica questa cosa,quindi non ti posso dire moltissimo! Anche a me piacerebbe saperne di più,sarebbe interessante…poi ti cerco dove ho letto quella cosa,mi pare su fruttariani.it

  3. Ho letto i commenti di Sara e vorrei semplicemente riportare la mia esperienza diretta: non sono fruttariana ma fino a qualche settimana fa ero “quasi” vegetariana ed assumevo davvero poche proteine; questo inverno ho sofferto di anemia e squilibri ormonali (tre mesi senza ciclo, poi un mese di ciclo, terminato grazie agli antinfiammatori!!!). Poi sono passata alla paleo dieta e mi sono stabilizzata (ormoni=proteine, guarda caso) e mi sento decisamente piu’ forte. Credo che senza proteine, alla lunga, hai solo problemi.

    • Ciao Francesca. Grazie infinite per la tua testimonianza. Sai, non sei la prima donna che riscontra dei grossi benefici con la Paleo Diet. Molte mie conoscenti ad esempio non soffrono quasi più i classici dolori e fastidi del periodo mestruale. Nel mio caso, ho riscontrato un’incredibile aumento della forza.

  4. ciao, seguo la paleo da circa due anni e fino ad ora ho solo auto enormi vantaggi (fisici-salute-prestazioni sportive e testa!!!).
    certo, la frutta è un ‘ottima scelta a posto dei velenosi cereali, ma non bisogna abusarne. Ricordiamoci poi che l’uomo, senza proteine, corre il rischio di morire e, vivendo di sola frutta, si correrebbe questo rischio. I tempi in cui l’uomo viveva sugli alberi sono davvero troppo lontani e il ns DNA da allora è davvero modificato. più facile pensare ad una decina di migliaia di anni fa, periodo nel quale cacciavamo e vivevamo di raccolta, nomadi, liberi e felici. Vi consiglio anche il libro “La dolce catastrofe” di Giovanni Cianti. Una bomba… :-) Buona Paleo a tutti!!!

    • Ciao Steve, ottimi suggerimenti. Con la Paleo Diet a differenza della Zona che ho seguito per molti anni, ho cominciato a concentrarmi maggiormente sulla verdura e meno sulla frutta. I risultati sulla definizione sono eccellenti e non accuso minimamente la fatica, anzi, aumento in media 2kg per esercizio base mantenendo un’esecuzione perfetta. Ho sentito parlare di Cianti. Grazie anche per questa segnalazione!

  5. Per quanto riguarda il diabete consiglio di guardare il dvd della macrovideo “crudo e semplice .6persone guariscono dal diabete in un centro igienista dopo 30 giorni con una dieta vegana crudista.

  6. Una variante della paleodieta è l’ istintoterapia ( crudismo progenetico) di Guy Claude Burger che prevede, come cibo:frutta fresca ed essiccata(sotto i 40°), verdure,semi oleosi (seccati sotto i 40°), carne fresca e secca , pesce,tutto rigorosamente crudo e biologico
    Secondo Burger, solo atraverso l’ istinto , guidato dall’ olfatto e dal gusto ,si può trovare un perfetto equilibrio nutrizionale e guarire tutte le malattie.
    La moglie Nicole Burger, che iniziò la nuova dieta insieme al marito, morì di cancro all’utero il 26 marzo 1994.La notizia arrivò in italia con una lettera (che ho a casa) indirizzata a tutti gli istintivi, che riportava i nomi di altri 5 adepti morti per cancro :J.J.Besuchet, D’Ely Scheider,Monsier Lefort, Jeanine Nicolaus e un giovane” istincto”svizzero.
    Con la lettera ,Burger,volle mettere in guardia tutti gli” instinctos”, da un carnivorismo esagerato , unico denominatore comune di tutte queste morti,realizzando il desiderio di sua moglie. Nicole voleva che la sua storia potesse essere utile agli altri.
    Burger realizzò che cibarsi della carne di animali selezionati dall’uomo porta fuori dall’istinto.

    • @Stefano, interessante la teoria dell’istinto. In effetti la Paleo (come del resto anche la Metabolica del Dott. Di Pasquale) non tengono conto di calorie e quantitativi vari ma semplicemente di istinto nel mangiare “a fame”. Questo nel tempo porta a una maggiore capacità di autogestirsi e orientarsi verso ciò che meglio funziona individualmente.

  7. Eccomi qua nuovamente! Nel frattempo ho fatto molte ricerche e ho ad esempio trovato alcuni atleti fruttariani…Ma intanto potresti leggere questo articolo :http://www.paleodieta.it/fruttariani.htm .Si trova sul sito “paleodieta.it”..
    Anche nella dieta fruttariana si segue l’istinto e ciò che “dice” il corpo.Man mano che si diventa fruttariani(un processo graduale) si è sempre più sensibili,si arriva anche a preferire alcuni frutti rispetto ad altri..E quindi anche qui non c’è nessuna tabella di calorie e quantitativi,si mangia quando si ha fame,senza pasti fissi..
    Per il commento di Stefano: vegani e vegani-crudisti sono diversi…è già molto rilevante che i vegani-crudisti non mangiano cereali,ma proprio perchè crudisti mangiano frutta, verdura, noci e semi,quindi si avvicinano molto di più alla dieta fruttariana rispetto ai vegani(dieta che comunque non tutti fanno al 100%,alcuni mangiando anche verdure,ma in percentuali molto basse rispetto alla frutta)
    Per il commento di Steve Gas,è proprio quel che mi chiedevo io..se dal momento in cui l’uomo (o sarebbe meglio dire il suo antenato) stava sugli alberi ad oggi ,si è veramente modificato il suo corpo rendendo naturale e indispensabile la sua nuova alimentazione(mi riferisco alla paleo diet,non alla dieta onnivora moderna) oppure si è solo adattato per sopravvivere,rimanendo sempre e comunque frugivoro…Per rispondere anche al discorso proteine,è meglio se leggete quell’articolo che avevo messo…solo il fatto che una persona viva di sola frutta e stia benissimo,significherebbe che c’è qualcosa da rivedere..secondo la teoria ufficiale (proteine a volontà) questo non dovrebbe essere possibile…
    Invece per quanto riguarda le mestruazioni ho letto da diverse parti che anche con la dieta fruttariana spariscono i dolori.Secondo me centra il non mangiare cereali,etc,perchè è la cosa che hanno in comune le due diete.
    Comunque sia si trovano molte più info cercando in inglese,sembra che all’estero siano più diffusi i crudisti-vegani(raw diet) e i fruttariani(fruitarian).
    Questo http://www.thefruitarian.com/ è fruttariano e dice di essere migliorato come atleta, cambiando dieta..ci sono molti suoi video su youtube o sul suo sito.Si chiama Micheal Arnstein.
    Questo http://mangodurian.blogspot.com/2008/07/fruitarian-interview-19-1-richard.html è Richard Blackman,personal trainer.
    Questa è una donna fruttariana,che ha cresciuto i suoi figli allo stesso modo(guarda le foto) ,si chiama Anne Osborne http://www.myspace.com/fruitbatanne .Questo tizio e i figli http://www.thegardendiet.com/baby.html…per ora mi vengono in mente questi…
    In generale dal punto di vista atletico si ottiene un fisico magro,più asciutto con muscoli ben delineati( ovviamente a patto che si faccia l’allenamento che serve)ma non eccessivi (giganti del tipo bodybuilder..dicono che siano innaturali)..poi altri benefici ma ora non ti so dire(oltre ad una salute di ferro) . Ah un’altra testimonianza fruttariana,si puo leggere in italiano è questa (Teresa Mitchell etc) (ehretisti e fruttariani sono la stessa cosa,la dieta è quella)

    Ok ho scritto abbastanza! :D Ultima cosa..c’è un forum italiano,si chiama fruttalia(hanno fatto anche un libro) ,se ne vuoi sapere di più.

    • Caspita quanto hai scritto Sara! :-D
      Scherzo! Molto interessante il tuo intervento. Personalmente, ho ottenuto una maggiore definizione togliendo (o quanto meno riducendo) la frutta ma aumentando il consumo di verdura, usando la frutta (che ha un indice glicemico più alto) nel post-allenamento per sfruttare la “finestra” che si viene a creare. Quello che non capisco, è come facciano a mantenere la muscolatura senza proteine. Leggerò le risorse che mia hai segnalato e se altre testimonianza (soprattutto da parte di atleti), fammelo sapere. Grazie!

      • livelli sballati di glicemia o altro, e non dico semplicemente da lettura di analisi, ma da come ci si sente; non sono dovuti solo al fatto che si mangino ad esempio cibi molto dolci come la frutta, bisogna considerare tutto l’insieme, la carne infatti, è una vera bomba per l’aparato digerente e per tutto l’organismo, lo dimostra il fatto che in molti che hanno provato una dieta vegana tendenzialmente crudista, senza sale, pochi e selezionati cereali preparati in modo particolare, ma con frutta e verdura a volontà, sono riusciti a diminuire in modo impressionante il livello glicemico, tanto che hanno potuto evitare l’insulina di cui erano dipendenti, e una volta che il loro corpo si era liberato (quasi totalmente, credo che sia impossibile raggiungere una depurazione perfetta e totale) di scorie e tossine immagazinate da anni, causate da farmaci, stile di vita, alimentazione etc etc, potevano farsi grandi scorpaciate di frutte dolci, addirittura di frutte secche tipo prugne senza sballare il loro tasso di glicemia. il fatto è che le troppe proteine storpiano e la frutta contiene un numero sufficiente di prioteine, poi certo per ogni cambiamento alimentare ci vuole tempo, convinzione e gioia. Non si può vivere un aspetto così importate della nostra vita come l’alimentazione con sofferenza, alla base ci deve essere sempre la serenità, la gioia di vivere, l’amore per noi stessi e tutto ciò che ci cierconda.

        • @anna, la “la frutta contiene un numero sufficiente di proteine”? Sei sicura? La frutta che trovo al mercato quando vado a fare la spesa ne è quasi priva…

          Chi ti dice che la Paleo mi renda poco sereno e infelice?

  8. Volevo rispondere a Sara sulle mestruazioni, in realtà non se ne vanno via solo i dolori con la dieta fruttariana ,ma se ne vanno via proprio le mestruazioni, per capire meglio questa questione ti consiglio di leggere il libro di Arnold Ehret :” il sistema di guarigione della dieta senza muco” ed anche un altro libro illuminante di Albert Mosserì:” L’ uomo la scimmia e il paradiso” .
    Le mestruazioni sono collegate a tutti gli alimenti concentrati, e non solo ai cereali quindi anche la carne ,il pesce e come dice Lovewisdom nel libro sopracitato di Mosserì ,anche le noci.
    Tra gli articoli di Fruitanya ho trovato un bel articolo sulle mestruazioni diManuela Piras.

  9. Ciao :) Sono di nuovo io….volevo darti il link di questo articolo e spaere cosa nel pensi http://valdovaccaro.blogspot.com/2011/02/il-poeta-del-muscolo-che-fa-muscolo.html ….Se avesse ragione lui? Usa un pò toni forti…però l’idea che mi sto facendo è che la paleo dieta fa bene,sostanzialmente perchè toglie cereali,latticini,derivati e uova…Ma forse davvero con il crudismo-fruttarismo (cioè praticamente togliendo anche la carne) si possono ottenere risultati maggiori…Ho visto anche che fai motli digiuni,quelli sì,sembra siano d”accordo tutti che fanno un gran bene! :D ..Si vedrà..se mai ne avrò la possibilità,sperimenterò sul mio corpo…Se avrò ancora da dirti,scrivo qui…ti auguro di restare in buona salute,o magari migliorarla ulteriormente:)

    per stefano: sisi,ora mi sono informata anche su quell’aspetto…grazie dell’informazione

    • @Sara, secondo Vaccaro l’uomo paleolitico non ha mai mangiato carne. Gli affreschi, gli utensili e altri reperti, affermano il contrario. Comunque ho girato questo post allo staff della NBBF che l’anno scorso tenne un meeting a Roma insieme a Lorain Cordain. Lascio rispondere a loro in modo da offrirti un quadro migliore.

  10. Uffa…mi dimentico sempre qualcosa….sulle proteine,qui puoi leggere la spiegazione scentifica che ha dato Armando D’Elia,sostenendo il fruttarismo: https://docs.google.com/View?id=dcmrmgr5_68fcsksmgj Un’interessante spiegazione riguardo ai fruttariani che riescono comunque a crearsi muscoli…è il fatto che la muscolatura non dipenda tanto dal cibo che si mangia e da quanto lo si mangi,ma esclusivamente dal duro lavoro fatto(esercizi etc)…in quest’ottica muscoli enormi da bodybuilder(che non si riescono a raggiungere senza il contributo del cibo) non sono poi così normali,sono fatti perlopiù di liquidi e del cibo cotto che ci è andato a finire detro,mentre dei muscoli normali,sono più piccoli ma più efficenti…insomma il concetto è che non conta solo il volume,ma la qualità dei muscoli

  11. Per quanto riguarda la frutta, non si può dire che non contiene proteine.
    Il contenuto medio di proteine nella frutta è: 1,1% .
    La mela ha lo 0,4% di proteine, la banana l’ 1,3%, l’ arancia 0.9% il durian supera il 2% , l’ avocado il 2,6%.
    I fruttariani non mangiano etti di frutta ma chili, quindi le proteine della frutta vanno calcolate a chili invece che a etti.
    -Un chilo di mele 4 gr. di proteine,
    -un chilo di banane 13 gr.,
    - un chilo di uva 10- 14gr.
    -un chilo di arance 9 gr. e
    - un chilo di durian oltre i 20 grammi.
    - un chilo di avocado 26 gr.
    -un chilo di kaki 10 gr.

    • @stefano torcellan, a parte la totale differenza di proteine (vedi amminoacidi). Per assumere un minimo di proteine devo assumere centinaia di grammi di carboidrati. Per un diabetico è deleterio e per una persona che vuole perdere peso è un’impresa.

  12. Per quanto riguarda gli aminoacidi essenziali presenti nella frutta, nel suo libro:” Miti e realtà dell’ alimentazione umana “, Armando D’ Elia scrive che, le proteine di, banana, arancia , mela, kaki, fico, pera, pesca ,uva, melanzana, peperone, zucchina , contengono tutti gli otto aminoacidi essenziali, più altri dieci non essenziali.
    Per quanto riguarda il diabete ho già consiliato di guardare il dvd ” Crudo e semplice” dove 6 persone guariscono dal diabete con una dieta vegana crudista, che come è noto agli igienisti , è una dieta a base di frutta, integrata da verdure e semi oleosi.
    Barry Sears nei suoi libri sulla zona scrive che, la frutta entra in circolo a una velocità nettamente inferiore a quella di molti carboidrati complessi composti di catene di glucosio, come gli amidi.
    Egli scrive anche che, le proteine in eccesso stimolano il rilascio di insulina.
    Perdere peso con la frutta, non è per niente un problema .
    I fruttariani hanno infatti, di solito, il problema opposto, quello di una magrezza pronunciata. Soprattutto i maschi.
    Se poi “il minimo di proteine” che, intendi tu , è quello che, di solito viene consigliato agli sportivi per aumentare le loro performans, o addirittura quello che, viene consigliato ai culturisti per aumentare le loro masse muscolari, allora credo che, voler ottenere questo” minimo di proteine”, da una dieta fruttariana, non solo sarebbe deleterio per un diabetico ma sarebbe deleterio per qualsiasi persona in buona salute.

    • @Stefano Torcellan, delterio? Allora sono un “morto che cammina” e che per giunta fa 180 kg di stacco da terra stile sumo la mattina a digiuno di carboidrati. Forse oltre ai libri dovresti anche mettere in pratica ciò che leggi. Ritenta che sarai più fortunato! ;-)

      P.S. Non esistono carboidrati essenziali. Il corpo riesce a procurarseli con “altro”.

  13. Mi dispiace Alessandro che, non hai capito quello che, ho scritto nel commento precedente.
    Per prima cosa io non ho scritto deletrio ma deleterio. ( anche se credo che hai sbagliato a scrivere)
    Seconda cosa non ho scritto che, esistono carboidrati essenziali ma aminoacidi essenziali.( nella prima e nella quarta frase del mio commento).
    Quindi prima di rispondere, ti consiglio di ricontrollare bene quello che, c’ è scritto nei commenti.
    In fine, ho scritto che, voler ottenere la stessa quantità di proteine che, vengono consigliate ai culturisti, con la dieta fruttariana, ( e non con la dieta che segui tu) farebbe male a chiunque.
    Per il fatto che, si dovrebbe mangiare una quantità spropositata di frutta, che farebbe male.
    Praticamente il deleterio è riferito alla quantità di frutta( esagerata) che, si dovrebbe assumere, per avere quel “minimo di proteine.”
    Il deleterio non era riferito alla quantità di proteine che, assumono i culturisti.( tanto per specificare di nuovo).
    Spero di averti fatto capire quello che, intendevo nell’ altro mio commento.
    Le cose che, ho scritto sul peso dei fruttariani o sul male che, può fare il mangiare troppa frutta, sono cose che, provengono dalla mia esperienza e da quella dei miei amici fruttariani, non dai libri.
    Ho praticato anch’ io la cultura fisica, facevo più di 180 kg. di stacco e nella panca un massimale di 160 kg. con 91- 92 kg di peso corporeo, diversi anni fà.

    Per Sara: io e i miei amici fruttariani ti vogliamo conoscere.
    Questa è la mia e-mail: stefanotorcellan61@libero.it ( tutto minuscolo)

  14. @Stefano Torcellan, si la parola corretta è “deleterio”. Me lo concedete un errore di battitura? :-D

    Ho parlato di carboidrati essenziali non per replicare una tua considerazione ma per far capire che il carboidrato di cui la frutta è compost per oltre il 90% non è essenziale così come vogliono farci credere.

    Quando parli di culturisti cosa intendi? Quelli dopati? Io rientro nel natural body building. Mangio senza contare grammi, calorie e blocchetti. A sazietà.

    Una dieta a base solo di frutta offre scarsissime quantità di proteine. Anche se ne mangiassi a chili al giorno assumerei un valore minore di 1/4 della mia massa magra.

    Hai foto da mostrarmi? Perché oltre alla forza, stiamo parlando anche di forma fisica. Nella pagina “Chi sono” trovi la mia dopo un digiuno ma ci tengo a precisare che la mia dieta è ricchissima di grassi. Altro mistero da sfatare! ;-)

  15. Per l’ errore di battitura io ho infatti scritto che, probabilmente avevi sbagliato a scrivere.
    Adesso ho capito, perchè hai parlato di carboidrati essenziali e non di aminoacidi essenziali.
    Per quanto riguarda i fruttariani con una muscolatura appariscente, devo dire che, non li ho mai visti.
    Sono convinto anch’ io che, con la frutta non puoi mantenere la tua muscolatura.
    Quando mi allenavo con i pesi, non ho mai preso anabolizzanti.
    Per quanto riguarda la forma fisica, quando verso l’ estate scendevo dai 91 92 kg. di peso corporeo agli 84kg. ero più bello da vedere , più definito.
    Per le foto che, comunque risalgono a un bel pò di tempo fa, vedrò di farmi spiegare come spedirtele . Visto che, il computer ce l’ ho da poco.
    Un ultima cosa che, non ti ho detto è che, quando facevo 160 kg. di panca o 190 kg. di stacco ( senza mai essermi allenato con lo stacco ) o 6-7 ripetizioni con 64 kg. in panca scott per i bicipiti ecc. in realtà non ero per niente sano, avevo 3 malattie croniche che, sono riuscito a guarire, quando ho cambiato la mia dieta.
    Per dire che, per quanto mi riguardava, la forza e la salute non andavano a braccetto.

    • @Stefano Torcellan, le foto non devi spedirmele. Se le hai caricate su uno spazio web bene, altrimenti non sei tenuto a mostrarmele. A differenza di te, mi alleno da powerlifter, aumento progressivamente i miei carichi di lavoro e non soffro di alcuna patologia nonostante siano 15 anni che m nutro in questo modo. Stessa cosa centinaia di persone che ho conosciuto durante master, convegni e seminari.

  16. E chiaro che, anch’ io se avessi mantenuto la salute con la dieta che seguivo, non mi sarei mai pensato di cambiare dieta e di abbandonare in un secondo momento l’ allenamento con i pesi.
    Ti auguro che, tu possa andare avanti sempre così.
    Adesso però, mi piacerebbe sapere come ti nutri giornalmente.
    Non ho caricato foto, in nessun spazio web,( probabilmente volevo dire questo con spedirti le foto) anche perchè, come ti ho detto, il computer per me è ancora” arabo”.

  17. Ho visto la foto, bel fisico e ottima definizione.
    Come ti alleni per gli addominali ?
    Ho letto tutti gli articoli e ho visto il video di Leonardo Rubini sulla rettocoliteulcerosa, tutto molto interessante, anche se niente di nuovo per me.
    Le malattie guariscono togliendone le cause.
    E vero anche che, la nuova dieta che, ti fà guarire da una malattia non è detto che, non possa nel tempo essere la causa di qualche altra malattia.
    Perchè in un primo momento con la nuova dieta, il corpo si disintossica dai veleni che, con la vecchia dieta sono stati introdotti.
    E il il tempo a dirci se la nuova dieta è quella giusta.
    La prova di quello che ho detto sono i 5 adepti dell’ istintoterapia , una variante della paleodieta, che, con l’ istintonutrizione erano guariti da un tipo di tumore o cancro, ma dopo degli anni, chi dopo 2, chi dopo 7, uno di loro addirittura dopo 18 anni , sono tutti morti, di un’ altro tipo di tumore o di cancro.
    Tra l’ altro anche la moglie di Guy Claude Burger, Nicole Burger è morta di cancro all’ utero dopo molti anni, con questa dieta.
    Di questo ne avevo già parlato nel mio commento del 28- luglio 2011.

    • @Stefano Torcellan, per gli addominali faccio crunch a terra a 30° due volte al mese. Diffida di chi ti dice che fa 100 o più addominali al giorno…assurdo! :-D

      Nicole Burger è morta per via dell’alimentazione? Di questo ne sei sicuro al 100%? Ammesso che seguisse la paleo, ci sono altri componenti che influiscono sulla salute. Comunque i miei conoscenti che la praticano da 20 anni sono ancora vivi.

      • concordo che i problemi di salute, quali che siano, hanno una relazione con l’alimentazione, ma non solo; ci sono moltio fattori che concorrono nel costruire nel corpo una situazione che porta alla malattia, certo è vero che certe diete, sono il terreno ideale per favorire lo sviluppo di certe patologie.
        comunque credo che se uno pretende dal suo corpo una forma innaturale non possa pretendere di mangiare in modo naturale, cioè spiegatemi perché dovrebbe essere naturale o normale avere i muscoli super svilupati.

  18. Non so se a questo punto mi potrai credere ma io facevo una serie di 400 sit-up ogni giorno.
    Il fatto è che, ho praticato il karatè e poi il karatè contact, ed era quindi fondamentale avere un addome a prova di colpi di pugno e di calcio.
    I miei addominali non erano malaccio, ma i tuoi sicuramente, sia per la loro conformazione che, per la definizione, sono sicuramente meglio di come li avevo io.
    Nicole Burger seguiva l’ istintoterapia che, è un sistema alimentare che ,prevede di mangiare rigorosamente tutto crudo e secondo l’ istinto, carne ( anche secca , ma seccata a freddo) pesce, uova, semi oleosi, germogli, verdura e frutta, tutto distribuito in due pasti, pranzo e cena.
    Burger la definiva ” crudismo progenetico” e si era ispirato, al periodo del paleolitico, prima della scoperta del fuoco e per questo mi sono permesso di dire che, potrebbe essere una variante della paleodieta.
    Che, Nicole Burger è morta per l’ alimentazione, l’ ha detto suo marito Guy Claude Burger, colui che, ha ideato questo sistema alimentare, in una lettera che, ha spedito a tutti gli adepti, dopo la morte della moglie e per volere della moglie che, voleva che, la sua esperienza potesse essere utile agli altri.
    La lettera ce l’ ho a casa mia, e l’ ho avuta da un mio amico che, l’ ha ricevuta e che, praticava l’ istintoterapia da anni, dopo aver frequentato i corsi al castello di Montramè vicino a Parigi.
    Guy Claude Burger dopo indagini su tutte queste morti ed esperimenti su se stesso, disse che, probabilmente erano stati gli animali selezionati dall’ uomo con cui si nutrivano queste persone, a farle andare fuori dall’ istinto, trascinandoli in un circolo vizioso dove, le uniche proteine che, consumavano ogni giorno erano: carne.
    Alla fine della lettera Burger mette in guardia tutti gli “istinctos” da un carnivorismo esagerato.
    Se ti interessa avere la lettera te la posso fotocopiare e spedire per posta.
    So che, ci sono altri fattori che, influiscono sulla salute.
    Auguro ai tuoi conoscenti e a te di vivere altri cent’ anni.

    • @Stefano Torcellan, fare addominali in grande quantità non li rende d’acciaio. La parete addominale è esattamente come ogni altro muscolo. Per crescere necessita di riposto in modo da supercompensare. Mi hai detto che Nicole Burger mangiava prevalentemente carne cruda. Una domanda. Hanno eseguito un’autopsia sul suo corpo?

  19. Conosco il discorso della supercompensazione, comunque i miei addominali erano d’ acciaio, quell’ esercizio per me, era diventato non più un esercizio di forza ma un esrcizio di resistenza, diciamo come la corsa.
    Mi comportavo così anche per un altro esercizio di potenziamento di base per il karatè, le flessoni sulle braccia.Ogni giorno facevo 60 o 70 flessioni battendo le mani. Il mio record di flessioni normali, senza battito delle mani, andando a toccare il petto a terra con risalita completa è stato di 102, e se mi sono fermato non è stato perchè non potevo farne un altra.
    La prima volta che ho fatto l’ esercizio della panca ho fatto un massimale di 85 kg. anche se probabilmente potevo fare di più, avevo 18 anni.
    Burger nella lettera, non parla di autopsia, ma dice che, Nicole già nel 1972 ebbe una importante emorragia per un fibroma che, espulse poi spontaneamente.
    La situazione si era poi stabilizzata fino al 1991, quando ricominciarono i sanguinamenti dall’ utero.
    Nel 1992 la situazione si aggravò e lei consultò un ginecologo che, constatò la presenza di cellule cancerogene e consigliò a Nicole l’ operazione d’ urgenza.
    Lei decise invece di provare prima differenti metodi, Dr. Hamer , pensiero positivo, sviluppo personale , Jacques Salomè ecc.
    Il male non regredì e nel 1993, si sottopose ad un irradiazione che, aggravò la situazione.
    Fù allora la volta della chemioterapia intensiva, con 3 perfusioni successive, in gennaio e in febbraio nel 1994.
    Si fece anche prescrivere un concetrato alimentare, renutril da 500 ml. contenente proteine del latte, idrati di carbonio, caseinato di sodio ecc.
    Dopo di che, subentrò un infiammazione polmonare con rischio di soffocamento e fù ricoverata d’ urgenza all’ ospedale dove gli fecero immediatamente una perfusione di glucosio insieme ad antibiotici,Nicole continuò a prendere il renutril.
    Nicole riprese con l’ istintoterapia, su consiglio del marito e dopo 3 giorni, cominciava a respirare meglio e insieme al marito era riuscita a fare un viaggio profondo sulle cause della malattia, psichiche e psicologiche, sui traumi dell’ infanzia e sugli errori commessi con l’ istintoterapia.
    I polmoni però si riaggravarono. Nicole stava andando verso un soffocamento progressivo. Fù colpita poi da una paralisi prima alle gambe poi all’ intero corpo.
    Morì dopo essersi addormentata, perfettamente serena, senza la minima sofferenza, il 26 marzo 1994.
    Per quanto riguarda gli altri morti: J.J. Besuchet dopo essere guarito con l’ istintoterapia di un teratoma trofoblastico, dopo 7 anni morì di un sarcoma epidermico
    D’ Elly Schneider dopo la confermata guarigione di un melanoma, dopo 18 anni morì di un altro tipo di cancro(non specificato).
    Monsier Leffort guarito di metastasi in tempo record, 2 anni più tardi morì di tumore cerebrale.
    Jeanine Nicolaus morta per cancro.
    Un giovane istinctos svizzero morto per un tumore che, si è presentato dopo che, in 3 mesi aveva mangiato un maiale intero, chiaramente crudo.
    Pour me permettre de mettre en garde tous les instinctos qu’ une tendance à un carnivorisme exagèrè pourrait mettre en danger.
    Con questa lettera Guy Claude Burger realizzò così il volere di Nicole che, aveva desiderato che, la sua dolorosa prova, potesse essere utile agli altri.

    • @stefano torcellan, non so che dirti, a questa lettera potrei contrapporti la storia di persone che hanno guarito patologie ritenute incurabili dalla medicina tradizionale attraverso la paleo. Io proseguo per la mia strada tu fai la tua e magari ci rivedremo qui tra 10 anni :-D

  20. Io credo che, con la paleo sono guarite persone da patologie ritenute incurabili dalla medicina tradizionale.
    Credo quindi a Leonardo Rubini.
    Perchè come ti ho già detto, quando si toglie la causa di una patologia, essa si dissolve nel nulla.
    Questo però non cambia i dati di fatto che riguardano le morti con l’ istintoterapia.
    Il fatto che, nell’ istintoterapia si mangia tutto crudo, cambia le carte in tavola rispetto alla paleo che, come mi sembra di aver capito dai tuoi menù, non disdegna la carne cotta che, secondo un famoso igienista francese, Albert Mosserì , è meno dannosa di quella cruda.
    Anche con l’ igienismo sono guarite persone che, avevano patologie ritenute incurabili dalla medicina ufficiale.
    Basta leggere i vari libri soprattutto quelli sul digiuno, del più grande igienista dei nostri giorni, Herbert Shelton, il padre del moderno igienismo che, ha sorvegliato più di 30.000 digiunatori nel suo sanatorio a San Antonio nel Texas.
    Un mio amico è per esempio guarito dall’ edema di quincke che, è una malattia allergica che porta in certi momenti al soffocamento attraverso l’ igienismo.
    Mia mamma, sempre con l’ igienismo è guarita da una grave insufficienza renale che, aveva da 8 anni, e che, curava con i diuretici. Malattia che, era comparsa dopo una pielonefrite con abbassamento di un rene.
    Il caposaldo di questa guarigione è stato l’ eliminazione delle proteine animali.
    Mia mamma non prende diuretici ormai da circa 20 anni.
    Ritornando all’ istintoterapia gli animali che, erano usati come cibo al castello di Montramè erano alimentati tutto l’ anno con erba verde, tutto quello che, mangiavano era rigorosamente biologico oltre che ,crudo.
    Nicole mangiava prevalentemente carne cruda, solo nel pasto della sera, a cena.( tanto per essere precisi) come fonte di proteine.
    Quello che, è mancato ai coniugi Burger è stato ,non aver preso in considerazione il digiuno, ovvero il più grande mezzo per disintossicare il corpo e ritrovare la salute, cosa che, accomuna la mia e la tua strada.

    • @stefano torcellan, sul digiuno sfondi una porta aperta. L’ho provato a marzo e ripetuto altre 4 volte con eccellenti risultati non solo estetici. Dopo un anno che non potevo donare il sangue a causa di un numero basso di piastrine, dopo un digiuno, mi hanno permesso di ridonarlo. La foto che trovi sulla pagina “Chi sono” è stata scattate nell’ultimo giorno di rialimentazione dopo una settimana di digiuno.

  21. Anche il Dr. Shelton consigliava il digiuno contro l’ anemia,( per ripristinare i globuli rossi), e per ogni tipo di carenza.
    Ho rivisto degli opuscoli e il libro di Burger, tradotto in italiano ,su l ‘ istintoterapia, e ho trovato un suo commento sul digiuno, Burger ha scritto che, il digiuno andava fatto solo se dettato dall’ istinto.
    Ecco perchè non aveva preso in considerazione il digiuno, per la malattia della moglie.
    La foto, se ricordi l’ ho vista 2 giorni fà, infatti è per questo che, abbiamo parlato di addominali.
    Oggi ho anche visto il video sulle nuove scoperte che riguardano la dieta preistorica, molto interessante.

    • @stefano torcellan, infatti ho imparato a digiunare ascoltando l’organismo. Le ultime due volte ne avevo proprio bisogno. Pensavo di fare un digiuno anche nella settimana di Natale, visto che questa pratica è usata anche per connettersi a livello spirituale.

  22. Difatti è per questo che, si parla di digiuno nelle religioni.
    Gandhi, entusiasta dopo aver letto il libro sul digiuno del Dr. Shelton, invitò il Dr. Shelton ad andare India, ad insegnare “la cura naturale” nelle università indiane.
    La seconda guerra mondiale, impedì a questi due grandi uomini di incontrarsi. Nel 1947 poi, Gandhi fù ucciso.
    Questo per farti capire chi era il Dr. Shelton.
    Io ho 7 libri sul digiuno, di cui 4 del Dr. Shelton.
    Un libro che, dovrebbero leggere tutte le persone interessate alla salute e alla spiritualità è : L’ uomo la scimmia e il paradiso,” scritto da Albert Mosserì.
    In questo libro Mosserì, per quanto riguarda il digiuno, presenta il suo rivoluzionario sistema, una scoperta che, intensifica ed accelera l’ eliminazione, per rigettare medicinali, vaccini, tossine, vecchi di 10, 20, o anche 40 anni.
    Con questo tipo di digiuno, Mosserì è riuscito ad ottenere, per la maggior parte delle persone che, hanno digiunato da lui, la colorazione della lingua: nera, marrone, beige, verde, gialla, color mostarda. Cosa rarissima con un digiuno ad acqua.
    Scrive Mosserì: è inutile e pericoloso digiunare digiunare per più di 20 o 30 giorni per il fatto che, l’ eliminazione richiede una quantità di vitamine, ed enzimi che, ad un certo punto, andando avanti a digiunare, saranno ridotti al minimo, tanto che, il corpo li dovrà usare non più per l’ eliminazione ma per la sopravvivenza e quindi l’ eliminazione rallenta totalmente.
    Bisogna quindi sorvegliare i sintomi di eliminazione, prima di passare al regime di eliminazione.
    Si aspettano così 2 o 3 stabilizzazioni del peso ( 4 pese consecutive) per passare alla seconda fase della cura.
    La prima fase non è significativa, il corpo si riposa, ma riprende l’ eliminazione, poichè perde nuovamente peso.
    Dopo 2 o 3 stabilizzazioni del peso, la perdita di peso diventa insignificante, il che, denota un rallentamento dell’ eliminazione.
    Bisogna dunque rilanciare l’ eliminazione a questo stadio del digiuno.
    Per rilanciare l’ eliminazione, è sufficiente dare a una persona che, digiuna, ogni giorno:
    - 3 mele o qualunque altro frutto( 500gr.)
    -15 foglie di lattuga( con del succo di limone se risultasse difficile prenderle da sole)+500 gr. di crudità varie.
    La lingua si colora nel 90% dei casi. Per gli altri si colora al momento di una seconda cura, quando il corpo avrà accumulato sufficienti riserve.
    E così che, ci sono 2 tipi di eliminazione: bianca (digiuni tradizionali) e colorata. Esse possono avvenire simultaneamente.
    Una proviene dalle cellule, l’ altra dal sangue dalla linfa e dal fegato.
    Impossibile precisarlo.

    • @stefano torcellan, grazie per avermi segnalato il testo di Mosserì che cercherò in biblioteca o su qualche sito di libri online. Di digiuni per ora ne ho eseguiti solo settimanali e sul piano della forza non mi hanno scalfito minimamente, anzi, quando tornavo ai miei allenamenti, avevo dei piccoli incrementi sui pesi. E’ davvero un processo di rigenerazione e di rinascita. Solo chi l’ha provato può sapere di cosa stiamo parlando. Ne sono rimasto profondamente e positivamente colpito.

  23. Questo è il numero di telefono di Damiano Mozzoni 030-290165.
    Chiedi a lui il libro di Mosserì te lo spedirà per posta, tra l’ altro è stato lui a farlo ritradurre.

  24. Mi stavo documentando su questo stile di vita ma sono perplesso dal fatto che molti la ritengono cancerogena a lungo andare come dieta per il consumo di carne..Mi sto un pò perdendo tra pareri discordanti e iperpositivi .. possibile che in ogni mela luccicante si trova poi una parte di marcio???!!! Voi cosa ne pensate?? :(

    • Ciao Dan, quello che penso l’ho scritto nel mio post. Continuo a seguire questo stile alimentare. Mi riesce difficile credere che un alimento come la carne con cui l’essere umano si è evoluto (basta vedere la conformità dei nostri canini assenti negli erbivori) per oltre 2 milioni di anni per farsi un’idea.

      Molti dicono che la carne fa venire i tumori a causa di cosa ci finisce dentro. Ma questo è un discorso che allora andrebbe esteso a tutti gli alimenti. Anche alla frutta e verdura concimata con pesticidi o coltivata nella “Terra dei Fuochi” tanto per citare un caso.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.